Adolf Hitler

Figlio di un padre autoritario e repressivo, Adolf Hitler nasce nella piccola cittadina austriaca di Braunau am Inn nel 1889. La precoce morte della madre (a cui era estremamente legato), inoltre, lascia profonde ferite nel suo animo.

Nel 1919 si iscrive al Partito dei Lavoratori Tedeschi che presto cambia il nome in Partito Nazionalsocialista dei Lavoratori Tedeschi (National-sozialistische deutsche Arbeiterpartei) e ne diventa leader. Nel 1923 organizza un colpo di Stato per porre fine alla Repubblica di Weimar ma il suo tentativo fallisce e viene condannato a 5 anni di prigione. Durante la reclusione scrive il saggio politico Mein Kampf (La mia battaglia) che diventerà il testo di riferimento del nazismo.

Nel 1929, grazie alla grande crisi economica, Hitler  con il suo movimento cercò di far leva sul malcontento di alcune popolazioni esasperate da disoccupazione e tensioni sociali. Alle elezioni del 1930 il suo partito crebbe di molto, guadagnando oltre un centinaio di seggi in Parlamento. Intanto impiegò le sue camicie brune in vere e proprie organizzazioni paramilitari negli scontri di piazza. L’ascesa al nazismo  iniziò nel 1932, quando si candidò a Presidente e ottenne il 30 % dei voti, costringendo Paul von Hindenburg al ballottaggio.

Quest’ultimo finì per vincere . Venne stretto un patto: in cambio dell’appoggio politico, Hitler sarebbe diventato cancelliere. Alla morte di Hinderburg Hitler fu nominato suo successore nell’ agosto del 1934, consolidando, così, la propria posizione di dittatore, proclamandosi  Fuhrer (capo supremo del Terzo Reich).

 

hitler s e c

Le persecuzioni cominciarono a colpire con violenza gli ebrei espulsi  in massa dai loro incarichi lavorativi, con le leggi razziali  del 1935, privati della cittadinanza tedesca e, in seguito, deportati nei campi di sterminio. Sul piano della politica estera il programma prevedeva l’unione di tutte le popolazioni germaniche in un’unica grande nazione con il compito di colonizzare l’Europa e distruggere i sistemi comunisti .Hitler cominciò una corsa al riarmo, mentre, contemporaneamente, stringeva un patto d’acciaio prima con Mussolini e, in seguito, con il Giappone. Il 1 settembre 1939 l’esercito tedesco invase la Polonia. L’Inghilterra e la Francia dichiararono guerra alla Germania. Nel giugno 1941, Hitler fece invadere la  Russia. In un primo momento egli conseguì molte vittorie, ma, poi, le cose si rovesciarono e l’esercito tedesco subì schiaccianti sconfitte a Mosca (dicembre 1941) e a Stalingrado (inverno 1942-1943). Gli  Stati Uniti entrarono in guerra nel dicembre del 1941. Il 9 luglio 1943 gli alleati sbarcavano in Italia meridionale : Mussolini, il principale alleato di Hitler, perse il potere ; nel 1944 gli alleati sbarcavano in Normandia e le città tedesche venivano distrutte dai bombardamenti . Le città di Hiroshima e Nagasaki furono bombardate con le armi atomiche e il Giappone fu costretto alla resa.  Nel 1945 il cerchio  di fuoco si chiuse intorno a Berlino. Hitler, sconfitto ed isolato nel bunker della cancelleria, dove tentò ancora una strenua difesa, si tolse la vita, dopo aver sposato la sua amante , Eva Braun (suicida insieme a lui)LAdolf-Hitler

Carvelli Lorenzo, Santi Davide