Il telefono, una grande invenzione… di chi?

Siamo nel 1876,quando il newyorkese Alexander Graham Bell presenta all’ufficio brevetti un progetto molto dettagliato di un apparecchio in grado di trasmettere segnali vocali attraverso l’ elettricità: una rivoluzione vero? Peccato però che ben cinque anni prima, nel 1871, l’ italiano Antonio Santi Meucci aveva comprato un caveat (cioè un brevetto provvisorio del costo di 20$ più 10$ all’ anno) di un apparecchio denominato telettrofono documentato da un progetto quasi eguale a quello descritto da Bell

Continue reading