I Giusti sono delle persone normali che posti di fronte all’ingiustizia reagiscono sapendo opporsi anche a rischio della propria vita. Sono i non ebrei che durante la Shoah salvarono la vita di almeno un ebreo senza trarne alcun vantaggio personale. La loro esistenza stessa dimostra che anche nelle situazioni peggiori, in cui l’assassinio era diventato legge di stato e il genocidio parte di un progetto politico, è comunque sempre possibile per tutti gli esseri umani fare delle scelte alternative.

Continue reading

 

 

Samuel Morse nacque a Charleston nel 1791 e si diplomò allo Yale College. Nonostante abbia dimostrato un particolare talento negli esperimenti chimici opta per una carriera letteraria-artistica iscrivendosi alla Royal Academy of Arts di Londra. Era un inventore, pittore e professore statunitense noto per aver inventato il primo telegrafo elettrico e il codice di trasmissione punto linea che prende il suo nome (Codice Morse). Insegnò letteratura applicata delle arti nell’università di New York. L’interesse di Morse alla realizzazione di un telegrafo elettrico inizia nel 1832 durante uno dei suoi viaggi in nave tra la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, in una conversazione apprende della scoperta della possibilità di inviare l’elettricità tramite un cavo per lunghe distanze in tempi quasi istantanei.Samuel Morse Nel 1837 Morse costruisce il primo prototipo di telegrafo ma, nonostante spenda molto tempo in dimostrazioni ottenendo un grande interesse, stenta a trovare i finanziamenti necessari per la realizzazione pratica. Alfred Vail, uno studente universitario figlio di un imprenditore del settore della lavorazione del ferro gli offre la possibilità di investire nel progetto e costruire il primo modello di telefono su scala in cambio di una partnership. Nel 1838 Samuel Morse deposita il brevetto del telegrafo. Il telegrafo di Morse è composto da una tastiera, collegato tramite un cavo elettrico ad un dispositivo di ricezione dove una elettrocalamita attira a sé una leva metallica alla cui sommità è collocata una matita che, ad ogni movimento della leva, scrive su un rotolo di carta in movimento. Inizialmente il dispositivo stenta a trovare finanziamenti per le prime applicazioni. Nonostante l’inizio sia fallimentare Samuel Morse prepara nel 1843 una dimostrazione collegando con un cavo sottomarino lungo 3,2 chilometri l’isola Governors Island nella baia di New York alla Battery di Manhattan ma, sfortunatamente, il passaggio di una nave trancia il cavo metallico. Malgrado l’insuccesso l’idea conquista l’attenzione dei giornali locali e il Congresso concede a Morse un finanziamento di 30 mila dollari per testare il telegrafo. La prima linea telegrafica collega Washington a Baltimora. Da questo momento in poi il telegrafo ottiene facilmente i finanziamenti governativi e si diffonde rapidamente su tutto il territorio americano. Samuel Morse conquista fama e celebrità su scala mondiale. Anche l’inventore inglese W.F.Cooke, inventore rivale del telegrafo nonché diretto competitore di Morse, gli riconosce pubblicamente il merito d’aver inventato un sistema di comunicazione elettrico semplice ed efficiente. Nel 1871 viene eretta una statua nel Central Park di New York. Samuel Morse muore a New York nel 1872.Continue reading

napoleoneTutti saprete chi è il grande Napoleone, ma comunque ve lo riassumiamo: divenne generale dell’esercito molto giovane, poi fu proclamato Primo console e successivamente imperatore. Tolse la sua corona dalle mani del papa e se la mise sul capo da solo. Ebbe due mogli, Giuseppina e Maria Luisa d’Asburgo Lorena e naturalmente assegnò ad entrambe ruoli importanti. Fu esiliato inizialmente sull’isola d’Elba, poi a Sant’Elena dove morì di cancro allo stomaco il 5 Maggio 1821.

Continue reading